Concert review

Roma, Castello, 10 Feb 1991

12 Feb 1991
La Repubblica
Ernesto Assante

John Martyn Il Poeta Delle Piccole Emozioni

Chissá perché un musicista, un autore, un cantante del calibro di John Martyn non riesce a veder riconosciuto dal successo commerciale le sue notevoli doti? Quale strano meccanismo avrà in qualche modo impedito ad uno degli autori più interessanti della musica inglese degli anni Settanta ed Ottanta di diventare una star?

Giulianova, Rockroads, 23 Jul 1988

27 Jul 1988
La Repubblica
Ernesto Assante

Fra rap e reggae tutto il rock fuori dagli schemi

Le strade del rock si sono incrociate e fuse anche nella seconda serata, con la musica psichedelica dei Vegetable Men, la formazione che ha vinto quest' anno il concorso Indipendenti, curiosi ma acerbi, con il Jive degli Chevalier Brothers, che tra brani di Louis Prima e Louis Jordan hanno offerto un set divertentissimo e travolgente, con la musica indicibilmente romantica e sentimentale di John Martyn, un grande della canzone britannica, che in perfetta solitudine ha proposto il meglio del suo ricchissimo canzoniere, da Johnny Too Bad a May You Never, fino alla world music di Martin Stephenson and The Daintees, capaci di spaziare tra pop leggero, musica tradizionale, country, folk e rock con molta personalità.

Glastonbury, 21 Jun 1986

28 Jun 1986
New Musical Express
Len Brown

But the message is rarely forgotten, throughout the festival. The call for a caring society comes across in the protest songs of Bragg, Phranc and the heavyweight folk of Christy Moore (memorably on Bobby Sands' Back Home In Derry). And for those of a more woolly, arcadian outlook there's John Martyn, reunited with Danny Thompson on a fine Solid Air opener, and finishing well with Somewhere Over The Rainbow.

Pages

Subscribe to Concert review